Praet-Juventus, la situazione e la trattativa

Praet-Juventus, la situazione e la trattativa

loading...

Marotta conferma. A margine delle tante riunioni in Lega il responsabile bianconero ha ammesso di aver incontrato la Samp, senza però specificare i motivi del vertice se non un generico “strategie future di mercato”. Definizione che ha subito fatto impazzire il web, accostando alla Juventus, per trattative da concretizzarsi a giugno e non adesso, diversi giocatori. Su tutti Torreira, che piace in Spagna (Siviglia e Atletico Madrid, ma non solo), raccoglie estimatori in Germania (Lipsia innanzitutto), ma è soprattutto seguito in Italia, essendo da tempo nel mirino della Roma e nell’agenda dei sogni della Lazio. C’è pure chi ha parlato di un sondaggio per Kownacki, 6 gol in 8 partite fra campionato e Coppa Italia, giovane polacco che la Juve vedrebbe bene come vice Higuain. Ma in realtà il vero motivo dell’incontro è Denis Praet, 22 anni, giocatore belga che molto piace ad Allegri e che il club bianconero vorrebbe prenotare già adesso in prospettiva futura. Praet ha una clausola rescissoria di 26 milioni di euro, la Samp nell’estate scorsa ha detto no ad un’offerta di 21 milioni di euro proviente dal Newcastle, chi vuole acquistarlo deve offrire almeno 30 milioni. Cifra che sembrerebbe non spaventare la Juve e per la quale grande merito va dato a Giampaolo, che ha avuto il pregio di trasformare il belga da trequartista a centrocampista. Il tecnico ha sempre detto: «Come trequartista è uno dei tanti, come centrocampista può diventare giocatore di spessore internazionale». Status che l’interessamento della Juve tenderebbe a confermare, senza dimenticare che Praet piace molto pure a Spalletti. Ora l’Inter non può fare investimenti, ma a giugno sarà diverso. E sicuramente il club nerazzurro è pronto ad entrare in competizione con la Juve.

Questo articolo è presente anche su Radio Blucerchiata

(9)

Comments

commenti

Facebook Comments